Vai al contenuto

Chi siamo

I “Disarmisti esigenti” sono un progetto politico di "disarmo nucleare totale" che nasce dall'appello di Stéphane Hessel ed Albert Jacquard, pubblicato in Italia dalla EDIESSE (pamphlet curato da Alfonso Navarra, Mario Agostinelli e Luigi Mosca): una coalizione operativa che si costituisce come strumento culturale e politico  per ottenere, anche dall'Italia, a partire dal Trattato di proibizione del 2017,  una Convenzione a livello globale per l'eliminazione delle armi nucleari.

Per contatti: Alfonso Navarra  cell. 340-0736871  email alfiononuke@gmail.com

I NOSTRI SCOPI

Essi promuovono e sostengono, come già riportato nel pamphlet citato "ESIGETE! un disarmo nucleare totale", la campagna, che considerano oggi "centrale",  per il bando giuridico ONU degli ordigni nucleari; ed insieme ad essa, le altre importanti campagne che ritengono collegate, nella direzione del disarmo e della pace:

1) il sostegno al disarmo “atomico” totale da ottenere con una Convenzione, motivata dal “diritto dell'Umanità” di poter vivere libera da tutte le minacce che attentano alla sua sopravvivenza (ed in ogni caso alla dignità di una esistenza civile);

2) la rimozione delle armi nucleari USA dalle basi e dai porti italiani, nel contesto della rimozione di tutte le armi nucleari dall'Europa: la condivisione nucleare NATO va soppressa e la stessa NATO sciolta in quanto incompatibile con “un ordine internazionale fondato sulla giustizia e sulla pace”;

3) la denuclearizzazione del Mediterraneo e del Medio Oriente in perfezionamento e completamento del "processo di Barcellona";

4) consapevoli del legame inscindibile esistente tra attuale nucleare “civile” e nucleare militare, la denuclearizzazione dell'Europa e, in particolare in Italia, l'attuazione coerente del referendum antinucleare vinto dalla cittadinanza attiva nel 2011.

LA NOSTRA ARCHITETTURA ORGANIZZATIVA

Premessa la nostra stretta collaborazione innanzitutto con la WIPLF Italia, ma anche con reti internazionali come la WRI e l'IFOR, e con organizzazioni come l'IALANA Italia, ed un rapporto di fiancheggiamento “trasversale” con parlamentari sensibili al disarmo e alla pace, puoi trovare al presente link "chi siamo", allo stato (marzo 2017), l'elenco dei gruppi di base che hanno organizzato il nostro percorso, nato nel 2014 con la pubblicazione, da parte di Ediesse, dell'edizione italiana del pamphlet “ESIGETE! Un disarmo nucleare totale”, di Stéphane Hessel ed Albert Jacquard, curato da Mario Agostinelli, Luigi Mosca e Alfonso Navarra.

L'architettura organizzativa prevede al momento un portavoce, Alfonso Navarra, che agisce in tandem con la rappresentante di WILPF Italia, Antonia Sani;  un coordinamento organizzativo e decisionale dei promotori (che include Giuseppe Farinella, Ennio La Malfa, Giuseppe Marazzi, Adriano Ciccioni, Laura Tussi, Fabrizio Cracolici, Francesco Lo Cascio), un Comitato di attivisti ed esperti impegnati in una continua consultazione telematica (Alex Zanotelli, Luigi Mosca, Lidia Menapace, Giorgio Nebbia, Vittorio Bellavite, Virginio Bettini, Alessandro Marescotti, Mario Agostinelli, Consiglia Farinella, Angelo Baracca, Olivier Turquet, Luigi Cadelli, Giuseppe Bruzzone, Umberto Santino, Tiziano Cardosi, Vittorio Pallotti, Luciano Zambelli, Roberto Brambilla,  Fabio Strazzeri, Elio Pagani, Michele Di Paoloantonio).

Riguardo la comunicazione, il 2 settembre 2017 è stato deciso di costituire un gruppo coordinato da Olivier Turquet che la riunione di Milano del 9 settembre ha integrato, con pari responsabilità, Laura Tussi.

Il gruppo doverebbe assolvere i seguenti compiti:

- elaborazione di un kit di materiali per campagne locali
- miglioramento e attualizzazione del sito web
- formazione di una equipe stampa nazionale e abilitazione di equipes stampa locali
- elaborazione di una strategia mediatica per "bucare lo schermo"

Il sito web www.disarmistiesigenti.org è responsabilità, nei contenuti politici, del gruppo di lavoro internazionale coordinato da Alfonso Navarra.

Del gruppo di lavoro internazionale fanno parte, in attesa di nuovi apporti ed in stretta collaborazione con WILPF Italia: Alfonso Navarra, Luigi Mosca, Francesco Lo Cascio, Adriano Ciccioni, Luigi Cadelli, Giuseppe Bruzzone

Per quanto riguarda la gestione della campagna per la ratifica italiana del TPNW a livello nazionale il coordinamento di iniziative, contatti e adesioni è affidato a quattro delegati di organizzazioni promotrici: Alfonso Navarra (Disarmisti esigenti), Giovanna Pagani (WILPF Italia), Giuseppe Padovano (No guerra NO NATO), Olivier Turquet (Pressenza)

Abbiamo aperto, in collaborazione con Accademia Kronos e con Energia Felice, un organo telematico indipendente, "IL SOLE DI PARIGI", focalizzato sulla conversione ecologica e alle energie rinnovabili della società.

  • IL LAVORO CHE SVOLGIAMO
  • La nostra attività consiste in:
  • - partecipazione alle conferenze internazionali: Vienna, Parigi, Ginevra, New York
  • - organizzazione di conferenze stampa in sedi istituzionali con parlamentari sensibilizzati (Roberto Cotti, Paolo Bolognesi, Filiberto Zaratti, Loredana De Petris)
  • - interventi sui media: Radio Radicale, Il Manifesto, Teleambiente, Telelibera, Mosaico di pace, Difesaambiente, Pressenza, TG Vallesusa, Massa Critica, L'Antidiplomatico, il Dialogo, PeaceLink.
  • - raccolta di firme su sei  petizioni on line
  • - diffusione nelle scuole della mostra grafica: “Esigiamo! Il disarmo nucleare totale”
  • - presentazione di nostri libri e organizzazione di convegni e dibattiti pubblici su tutto il territorio italiano
  • - iniziative didattiche in collaborazione con MUN Milano presso il Liceo Linguistico Manzoni
  • - iniziative di cultura della pace in collaborazione con A.P.E. (Arte-Pace-Energia promotore dell'Osservatorio per l'attuazione dell'accordo di Parigi sul clima)
  • - collaborazione con Energia Felice nel Network antinucleare europeo, per la conversione ecologica ed un modello energetico rinnovabile al 100%
  • E' stato importante qualitativamente il Seminario giuridico di Villarfocchiardo, organizzato con la collaborazione del Comune.
  • I PROGETTI DA REALIZZARE
  • Abbiamo in cantiere:
  • - un gruppo di lavoro per contribuire alla strategia internazionale perché il Trattato internazionale per l'abolizione delle armi nucleari, adottato il 7 luglio 2017, diventi il motore di un disarmo effettivo
  • - la pressione su Parlamento e governo italiano: il nostro Paese deve ratificare l'accordo adottato il 7 luglio a New York
  • - una campagna europea contro il "nuclear sharing NATO"
  • l'iniziativa per il "Mediterraneo mare di Pace
  • - una Perugia-Assisi straordinaria
  • - la premiazione istituzionale in Italia di Stanislav Petrov
  • - il coordinamento di lotta degli 11 porti nucleari (allargabile anche ai siti di Ghedi, Aviano, Longare ed altri in cui si esercita la "deterrenza oscura e pervasiva della condivisione nucleare NATO")
  • - la redazione del sito e dell'organo telematico “Il sole di Parigi” che collega minaccia nucleare e minaccia climatica